Il Sito Ufficiale di Fran Tarel dal 1999
Seguici su Facebook

LE DELUSIONI

Quando nell’amore la disillusione prende il posto dei sogni? Quando la comprensione reciproca si spegne nell’indifferenza, la passione nella routine, la condivisione nell’egoismo? Quando la delusione stende la sua lunga mano sull’amore cancellando i progetti, le speranze, le aspettative comuni facendoli sbiadire in un rancore sordo e livido, in una rabbia che consuma ogni cosa?
Quando si è delusi ed esclusi, giustamente o ingiustamente che sia, noi reagiamo normalmente con rabbia; altre volte con rassegnazione. La rabbia non serve che a diminuire le difese e rendere inevitabile il pentimento e, quindi, l’umiliazione autoflagellante.
I pessimisti dicono che quando si ama la rabbia è come un tumore che devasta il corpo, lentamente, inesorabilmente; non si sa quando, ma certamente ti porta alla fine, sempre con dolore e con inquietudine. Direi che la rabbia è parassita dell’amore, una reazione dei deboli che non sanno sfruttare la forza della ragione e riescono solo a distruggere.
La via maestra, per imparare ad amare e sentirsi vicini a chi si ama, è trarre stimoli positivi dagli errori e interpretare come nuove opportunità i momenti difficili. Tutto con la voglia di agire, reagire, affrontare le avversità e rifiutarsi di avere ragione, anche se si è convinti di averla. I rabbiosi, gli egoisti, non sanno sbagliare, o meglio, non accettano i loro errori, non capiscono. Allora di fronte alla cruda realtà dei fatti avversi sfogano il loro turbamento o con i rimpianti (se sono dei poveretti) o con dei rimorsi (se sono degli stupidi).
Rimpianti e rimorsi, no grazie. Preferisco essere padrone della mia vita e poter battere il mio egoismo che diventa cinismo, autolesionismo. Preferisco cominciare da capo. A testa bassa ma con gli occhi aperti, dritti verso l’orizzonte.

(Fran Tarel)

Le Vostre Esperienze

Io ci credevo, io ti credevo. macchè! mi hai deluso con le tue folli aspirazioni e con le tue incredibili illusioni, cartapesta consumistica che serve solo per apparire e non a essere.
Ora non ci credo più perchè non posso credere ai valori che non hai.
Cerca chi ha la bella macchina, chi ti porta nei ristoranti chic e magari negli alberghi pluristellati.
Perderai quello che avevo, un grande amore infinito vero per te.

Luca & lei

Quante volte si ama nella vita?
E quante volte sono vere
e non l`illusione d`amare, o di essere amati…
per poi perdersi, e dopo, quando il tempo passa,
non ricordarsi piu` cosa
ci aveva fatto innamorare proprio di lui…
Io sono un`irrequieta sentimentale,
ho bisogno di grandi emozioni,
di adrenalina che scorre nelle vene,
di cuore che batte e calore sulla pelle.
Ho avuto amori platonici e infantili.
Ho avuto amori tenebrosi e strani,
durati lo spazio di una canzone.
Ho avuto amori estivi con ragazzi biondi e stranieri,
non ci si capiva, ma che importa, a 16 anni era bello
anche solo baciarsi per ore
sotto il sole di Agosto e nient` altro…
Poi sono arrivati gli Amori,
quelli con la A maiuscola,
adulti, importanti, complicati.
Dolorosi.
Gli amori importanti sono sempre dolorosi.
Quelli che quando li vivi vorresti fermare il tempo, lo guardi
e pensi “Finira` e io moriro“`
invece poi finisce, si, ma non muori.
Ma un pezzettino di te resta
in ogni amore finito,
in ogni parola detta e poi negata, in ogni incomprensione.
Restano i ricordi, la rabbia, il dolore.
E il senso di vuoto, quella cosa terribile
che quando perdi la persona che ami
ti fa sparire di colpo tutti i colori del mondo, i profumi, i rumori.
Tutto ti appare grigio, difficile, faticoso.
Ovattato.
Solo il tuo dolore urla
Ma dentro di te.
Nessuno lo sente.
Nessuno puo` fare niente per te.
Lui se n`è andato, senza voltarsi indietro.
Nella mia vita gli uomini che ho scelto
avevano sempre qualcosa di piu` importante di me.
Avevano sempre un motivo valido per andarsene.
Anche se a volte me ne sono andata io, certo.
A volte ero li con loro ma non c`ero gia` piu`.
Avro` anch` io fatto soffrire qualcuno,
senza rendermene conto fino in fondo.
Quante volte ci si innamora?
Dipende..ma io inizio a essere stanca
di abbandoni, di bugie, di parole taciute, di lontananza.
Vorrei una storia nuova, allegra, felice
e piena di fiducia.
Un amore importante ma che non mi faccia male.
Vorrei una storia vicina che cresca sicura e sana,
cui dedicarmi ogni giorno
come ogni giorno mi sveglio e preparo il caffe`…
Ora è notte fonda.
Vado a dormire, forse un giorno trovero` quello che cerco.
E so che sara` facile.
Passeranno le paure, le tristezze, i dubbi.
Sara` solo AMORE.“

Gira_sole a tutti i romantici come me.

La passione d’amore costituisce l’apice dell’esperienza umana, fa attraversare territori oscuri, in cui si radunano i significati più profondi dell’esistenza: la scoperta del “sé“, dall’esaltazione fino al proprio annullamento, la percezione dell’unità di tutte le cose o della loro tragica separatezza, il sentimento della pienezza della vita o della sua mancanza di senso. Perciò la poesia ha narrato l’amore. La poesia mette di fronte al potere del “mito“, che permette di afferrare con un colpo d’occhio la connessione delle esperienze umane: la felicità con la sofferenza, la vita con la morte. Un volto dell’amore é la passione. Nella “poesia dell’amore“ “cortese“ l’amore viene trasfigurato nella passione che brucia gli amanti e li rende necessariamente separati, poiché avvinti da qualcosa che li sovrasta. Nel Romanzo di Tristano la passione dei due amanti trascende ogni legame e ogni responsabilità sociale. Ma è anche incapace di trovare approdi e conduce invece alla morte. La poesia contemporanea ha esplorato l’aspetto ordinario e terrestre del desiderio, che conduce a una conoscenza, di cui fare tesoro. Così il poeta inglese Thom Gunn descrive il piacere del tatto tra due amanti sotto le coltri: “A contatto con la persona amata stilla un oscuro e vasto reale, come in continua creazione“. Contro questa profondità e ambivalenza dell’amore si stagliano invece i sentimenti minimi e spettacolarizzati degli show televisivi, che vivono in una superficie priva di sfaccettature. Può ancora la poesia insegnare la conoscenza dell’amore?
DIREI PROPRIO DI NO E` UNA GRANDE DELISIONE!!!!!! …parlo dell`amore ovviamente.

Solitario & notturno

Io non ho nessuna intenzione di iniziare una navigazione su una barca colata piu’ volte a picco e tutta tacconata. Galleggia, la nostra barca, certo, e lo fa bene. Ma solo fino a che siamo vicini alla riva. Non possiamo prendere il largo, affonderebbe. E per me, voglio una barca NUOVA , COLORATA, ALLEGRA, con il mio nome e il suo scritti vicino, alla luce del sole. Una barca senza buchi o tacconi, pronta a prendere il largo, anche solo un metro al giorno, ma sicura e serena che questa barca non mi tradirà, non mi abbandonera’ come hai fatto tu, quando la navigazione iniziera’ ad essere bella e interessante, quando io credero’ di poter andare lontano… Una barca che non vada a picco nel giro di una sera, come la nostra storia.

daniti

Come hai fatto, come hai potuto, come ti sei permesso, come ti è venuto in mente, chi ti credi di essere, dove volevi andare, che cazzo cercavi da lei!
Avevi me e ti sei imbrattato con lei. Deludermi è poco, mi fai schifo, devi morire!!!! Domenica

Che schifo! LUI si chiama Claudio

Ci avevo creduto, ti avevo creduto, ora mi sono illuso di capire e quando ho capito mi sosno reso conto che ho perso, ho raccolto solo una sconfitta che mi brucia; chi me l`avrebbe detto che tu, LORIANA, mi avresti così tanto deluso e che mi avresti dimostrato quanto in basso può scendere il genere umano; ma che dico… il genere animale perchè solo un animale può essre così insensibile e gretto e ignorare le regole più elementari della delicatezza ed il buon senso.
Ricorderò te, LORIANA, chi sei e che cosa sei stata capace di fare; ricorderò anche le cose belle che mi hai dato anche se ora penso più ad un film o ad una fction tv, un grande fratello di cartapesta.
Però ti ho avuto e potrebbe anche bastarmi come una vacanza.

Ginetto da Genova

come si fa a credere ancora nell amore???e come nelle persone che ci circondano???dopo tante bugie,tanti pensieri nn detti..è inutile a tutte le età questi ragazzi ormai non sonoabbastanza maturi da lasciarti guardandoti negli occhi!

ishtarladea

TI CHIEDO SCUSA SCRICCIOLO SCUSA ti chiedo per questo mio modo di essere cosi complicato e di non poter dire veramente quello che io provo e che rimara solo dentro di me in quei giorni che penso alla mia vita e a quello che mi sta aspettando senza poter fare niente per poter cambiarla e non chiedere a te di poter rimanere imprigionata ti chiedo scusa scricciolo ma non credo che puoi solo vedere Quei giorni che io tengo tutto dentro di me e a volte sono bravo a mascherare Tutta la mia vita ti chiedo scusa scricciolo ti chiedo scusa scricciolo ——————————————- SCUSA ti chiedo scusa per averti parlato di me per averti rubato del tempo ti chiedo scusa per aver pensato troppo a te per aver odiato chi aveva il privilegio di starti accanto quando avrei voluto esserci io.. ti chiedo scusa per gli errori fatti e per amarti ancora come una volta…

bruno92

L` ho conosciuto nel`04,xe in quell`anno avevo trovato lavoro cm cameriera e lui faceva il cuoco,dal primo istante ke lo vidi rimasi colpita,abbiamo iniziato ad uscire insieme ma purtroppo duro poco xe lui pensava solo a divertirsi e voleva solo quello nn una relazione.Io ci rimasi da schifo volevo solo lui avrei fatto qualsiasi cosa x riaverlo,lo amavo da morire..purtroppo nn ci fu nulla da fare cosi mi arresi amandolo in silenzio..arrivo l`estate e andai in vacanza ritrovai un` amico mio ke conoscevo da anni,mi misi insieme a lui cercando di dimenticare..ora dopo quasi 2 anni stiamo ancora insieme,ho cambiato paese trasferendomi dal mio ragazzo e sono a 400km lontana da casa e da tutto..a maggio di quest`anno il cuoco mi disse per chat ke mi ha sempre amata solo ke era troppo stupido per ammetterlo e che me l`avrebbe detto se nn fosse stato ke mi sono trasferita,voleva me e io nonostante tutto rivoglio lui,mi manca..il destino ci ha separati kissa se ci farà rincontrare in un futuro..e il mio tipo??nn so se continuerà è dura mare 2 persone..

sbirulinovarese

Questi quattro mesi non sono valsi a nulla, usata, sfruttata, raggirata solo ed esclusivamente per farti arrivare a lei, ed alla fine non hai voluto niente da nessuna delle due! E lo sapevi che io ti amavo, lo sapevi e te ne sei approfittato nascondendoti dietro ad un dito..le tue bugie per nascondere il marcio che ti lasciavi dietro fanno ancora più schifo di quello che hai creato! Non ti conosco, non posso pensare di aver amato qualcuno che faccia così schifo ci credi?! Ed il bello è che ci penso ancora, a distanza di quasi tre settimana ancora ripenso alla tua voce, alla tua falsità, a quel viso che non nasconde, a quegli occhi che tenevo tanto perchè sembravano puri..ma sono orrendi e meschini tanto da far ribrezzo! Ti odio, mi hai fatto del male, un male che non meritavo capito?! Ti auguro di soffrire come un cane ma non solo adesso, per il resto della tua vita!

BabyVeronica4