Pubblicati da Voi Archivi - Amoremio
Il Sito Ufficiale di Fran Tarel dal 1999
Seguici su Facebook

Pubblicati da Voi

Se vuoi anche tu pubblicare una frase su Amoremio.org, clicca qui!

Le mie mani gelide
Guarda il mondo
Con occhi attenti
Vedrai che la felicità
È dentro il tuo cuore
Assaporala a lungo
Che la tristezza
Non infesti
La tua mente

SabrinaFodaroni

Quando nasci fiore…

Quando nasci fiore non ti interessa sapere quanto odori:
rilasci il tuo profumo ovunque e non smetti mai di odorare.
Profumi sempre: anche se non ti viene chiesto.
Vivi nei prati, insieme ad altri fiori o da solo su di un muro:
fra gli interstizi di una parete rocciosa e perfino nella sabbia.
Se sei un fiore: soffri se ti calpestano, tremi se ti strappano
e continui a vivere seppure appassito: fra le pagine ingiallite di un libro.
A volte spicchi in un occhiello o fra dorate ciocche di capelli.
Se sei fiore, hai la stessa delicatezza del cristallo,
la grazia di una ballerina, la bellezza di una sinfonia.
Forse nemmeno lo sai di essere un fiore:
non ti piace metterti in mostra.
Mentre gli altri si affannano a vivere di sola apparenza tu:
senza urlare e senza importi, continui a profumare e a fare il fiore…
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

Cammina piano
Il vento ti accarezza
Guardati intorno
C’ è qualcuno che ti aspetta
Se corri puoi non vederlo

©SabrinaFodaroni

Sabrina Fodaroni

DISTANZE

Luna, promessa sposa
dei raggi del sole,
che su di una rosa si posan
Regina del tempo,
dei calendari,
di credenze popolari,
e di tutti i mari.
Oh dea della notte
sono per te i raggi solari.

Sole, promesso sposo
del viaggio della luna,
avanti e a ritroso
Re dell’arcobaleno,
della terra,
delle pioggia
e del vento.
Oh dio della natura
sono per te le stelle del firmamento.

Vicini, complici del buio
e della luce.
Ma sempre distanti
da non poterne
mai sentir la voce.
Lei, in fondo fredda e calcolatrice,
in orbita la meretrice,
dell’incessante ciclo,
di una perfetta congiunzione astrale…

Eclisse!
Da quel lontano giorno, mi disse.

Io sorgo e lei muore.
Solo, da quel giorno.
E per tutto il tempo ancora.
Promessi sposi per sempre,
splendore per un’ora.

Antonella Cimaglia

Senza lacrime, ovvero l’aridità…

Se avessi racchiuso il mio pianto in un’ampolla, ora non avrei gli occhi così asciutti.
Se rompendo un sottile vetro, riuscissi a liberare quelle lacrime che ho versato per capriccio
e quelle che ho finto di piangere!
Mentre inseguivo falsi miti e stravaganti realtà, non m’accorgevo di perdermi le lacrime.
Se potessi riaverle tutte, anche solo per un attimo, non esiterei a
versarmele sul volto, per osservarne i riflessi. Quanto vorrei mostrarle a chi le caccia via e se ne vergogna!
Se solo per un attimo, riuscissi ad ammirare le calde sfumature e i colori delle mie perdute lacrime, probabilmente mi lascerei alle spalle: i miei rimpianti, i miei pentimenti e forse, non starei qui a rimpiangerle…
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

Amatevi e compiacetevi per quello che siete: nessun altro può farlo meglio di voi stessi…
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

Sono rughe…

Osserva quelle piegoline che hai attorno agli occhi e ai lati della bocca. Guarda con quanta leggiadria disegnano virgole sul tuo viso quando ridi e quanto risentimento mostrano quando piangi. Più ne hai e più racconti. In esse si adagiano sudore, lacrime, dolcezza, ansia, commozione. Talvolta sembrano pagine di un libro letto frettolosamente. Spesso non piacciono: sarà perchè dicono così tanto! Pur essendo tanto avanti con gli anni, si mostrano bizzarre, altere, gaie, ilari, tristi, vanitose: sono rughe…
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

T’amerei

Se fosse amore quel brivido che sento lungo la schiena.
Se fossero amore il mio battito accelerato
e quel rossore che m’infiamma il viso!
Se fosse amore quella voglia matta che ho di vederti,
di baciarti, di toccarti.
Se tutto questo fosse amore: t’amerei.
T’amerei con le mani, con gli occhi con le labbra.
T’amerei di notte e di giorno.
T’amerei mentre rido e quando piango.
T’amerei mentre provo gioia e quando sento dolore.
T’amerei di un amore forte: di quelli che ti tolgono il respiro.
Se fosse vero amore, non potrei non amarti.
Potrei forse odiarti, ma poi seguiterei ad amarti.
Non potendo non amarti: t’amerei.
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

Viva

Sono viva solo perché respiro? Solo perché respiro vivo?
Ma un cuore è vivo solo perché scandisce i minuti e le ore?
Sono forse un orologio io?
Se fossi davvero viva: vivrei senza tempo,
camperei d’aria, mi nutrirei di pioggia.
Il giorno che comincerò a vivere:
schioccherò le dita per avverare i miei desideri,
cancellerò con una mano tutte le nuvole nere,
disegnerò un punto giallo nel cielo blu con un dito.
Quando vivrò: batterò i piedi per scacciare la noia,
applaudirò alla gente che sorride,
nasconderò sotto un tappeto tutti gli affanni,
disperderò nel mare i miei dispiaceri.
Solo quando il mio cuore non scandirà le ore come un vecchio pendolo,
solo allora, respirerò e sentendomi viva: vivrò.
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

T’amerei

Se fosse amore quel brivido che sento lungo la schiena.
Se fossero amore il mio battito accelerato
e quel rossore che m’infiamma il viso!
Se fosse amore quella voglia matta che ho di vederti,
di baciarti, di toccarti.
Se tutto questo fosse amore: t’amerei.
T’amerei con le mani, con gli occhi con le labbra.
T’amerei di notte e di giorno.
T’amerei mentre rido e quando piango.
T’amerei mentre provo gioia e quando sento dolore.
T’amerei di un amore forte: di quelli che ti tolgono il respiro.
Se fosse vero amore, non potrei non amarti.
Potrei forse odiarti, ma poi seguiterei ad amarti.
Non potendo non amarti: t’amerei.
Giovanna Balsamo
Giovanna Balsamo