Il Sito Ufficiale di Fran Tarel dal 1999
Seguici su Facebook

I TORMENTI

I tormenti d’amore nascono sovente dalla reciproca incomprensione, dall’incapacità di riconoscersi, di comprendersi, di camminare insieme nella medesima direzione. Che guaio non capirsi, uno spreco assurdo di materia prima pura, un inquinamento sgarbato al buon senso.
La prima regola dell’amore è proprio la volontà di amare, cioè la determinazione a difendere con attenzione e metodo, con forza e volontà i propri sentimenti migliori che sono dedicati all’altro.
Le incomprensioni vengono dalla fretta, dall’egoismo, dall’arroganza, dalla testardaggine, dalla stupidità, dalla superficialità. Tutti ingredienti del non amore; l’amore non ammette fretta, egoismo, arroganza, testardaggine, stupidità, superficialità.
Quando ci innamoriamo dobbiamo stabilire una regola che scatta automaticamente; quella della prova del nove, per evitare malintesi e doppi sensi: chiediamo almeno tre volte perché e nel dubbio assolviamo.
Poi ho scoperto un altro segreto. Dimentichiamo in fretta quasi tutto e ricordiamo bene poche realtà, per dedicarci con nitidezza a quello che conta veramente.
Non costruiamo teatrini che esistono solo nella nostra mente che ci è scappata di mano; forse così, ci ritroveremo a capire, da soli, che talvolta si può amare ed essere amati anche nella nebbia, che l’amore chiede fiducia. Evitiamo di essere vittime del nostro egoismo, del nostro narcisismo, della nostra superficialità.

(Fran Tarel)

Le Vostre Esperienze

C`eri e non ci sei più, non so perchè ma so come. Hai distrutto tutto, da egoista e cinico che nascondevi di essere. Ti odio e la tua morte, caro Vincenzino dolce, sarà il mio sollievo; ma devi morire accanto a lei che ti ha illuso di essere più felice.
Ogni giorno passerò davanti al cimitero per vedere di chi è il funerale…se sarà il tuo smetterò di passarci!

Desideria

Devo ammettere di avere sempre avuto una grande fantasia in termini di erotismo, del resto chi non ha fantasie erotiche? Tempo fa in un momento di crisi feci della psicoterapia e la psicologa mi disse: fantasie erotiche? Chi non le ha dovrebbe preoccuparsi!
Ma torniamo a noi, alle fantasie erotiche appunto. Credo che probabilmente molti di noi ne abbiano anche di molto spinte o sconce se preferite e questo anche per i più aperti di vedute, tende a mio avviso a cozzare con la morale, la famosa morale che fa a pugni con la propria coscienza che tende ad autogiudicarsi forse troppo spesso quando certe situazioni andrebbero vissute e basta.
Non sono per il sesso ’silenzioso’ quello romantico fatto con luci soffuse e musica soft, proprio non ci riesco cavolo. Per me il ’sesso’ è un capitolo a parte dall’amore, l’amore è romanticismo, dolcezza, effusioni, il sesso è pulsione, linguaggio dei corpi, il sesso è ’scopare’, non ‘fare all’amore’.
In questo ho sempre vissuto con le mie partners una sessualità spinta, fatta per carità e con grande piacere, di grande affetto, rispetto, dolcezza prima e dopo i rapporti sessuali, io sono molto buono e affettuoso ma quando sono a letto ( da qualche altra parte!) con la mia partner, mi scateno e divento in rocco siffredi della situazione (ora non prendetemi per uno che vuole vantarsi delle proprie prestazioni, mi reputo un maschio normalissimo di 38 anni forse con un po troppo testosterone in circolo).
Siete d’accordo che il ’sesso’ va vissuto in modo aperto e spigliato lasciandosi soprattutto andare alle proprie fantasie erotiche? Per me le parolacce sono il sale in una sana scopata e se non ci sono mi sa di piatto sciapito e devo dire per onestà che ho trovato in varie amiche e fidanzate con cui sono stato, che le parolacce sono molto gradite e dette anche da molte donne.
Talvolta mi soffermo su ragionamenti del tipo: ma sarà normale? normale? ma rispetto a cosa risponde il mio ego, la normalità non esiste!

Suspisio

E’ possibile ripetere gli stessi errori?

Il mio ex mi lasciò dicendo che non lo lasciavo libero, si sentiva controllato.

in effetti mi arrabbiavo se teneva il cel spento, se nn si faceva sentire. ho cominciato a controllargli l’e-mail e il sito del 190, lo spiavo….

ho veramente esagerato ma l’ho fatto a ragione perchè qualcosa l’avevo scoperto (che si sentiva tutti i giorni con un’altra) e poco dopo mi ha lasciata.

Voglio dire che se sono arrivata a questo punto è stato perchè sentivo che c’era qualcosa nell’aria… qualcosa che non andava…

Poi quando la storia è finita ho capito che al mio prossimo ragazzo avrei lasciato molta più libertà e invece è andata anche peggio.

Domenica sono uscita con un tizio e ho già cominciato a controllarlo!!! dopo soli 2 giorni…

perchè oggi non si era fatto sentire, ho attivato un nuovo indirizzo per msn e ho aggiunto il suo contatto per vedere se non era in linea o se mi aveva bloccata.

Poi sono entrata nel suo msn per vedere se ero veramente bloccata…. lo ero!

Comunque non posso controllarlo dopo soli 2 giorni!

Poco fa gli ho telefonato e gli ho detto tutto! non riesco a mentire, devo confessare quello che faccio…

ma così rischio di perderlo.

dice che è infastidito (e gli credo) ma ho troppa paura di venir presa in giro di nuovo.

lui non mi ama, è troppo presto, e allora di cosa si deve giustificare? è libero di bloccare il mio contatto quando vuole, e di farsi sentire a suo piacimento.

come faccio a rendermi conto che non devo vivere in funzione di qualcun altro?

con questa mossa credo di averlo perso… ed è già il secondo…

Se prima era il cel spento adesso è il contatto bloccato che mi fa sbroccare…. sono pazza!!!!

Il primo ho cominciato a controllarlo dopo 2 anni, questo dopo 2 giorni… chi vuol essere il prossimo? avrà l’onore di venir controllato dopo 2 ore…

Barbara di sempre

Ciao a tutti, vi sono vicina, a tutti coloro che stanno passando questo brutto periodo di crisi. Ieri sera il mio ragazzo é venuto a casa mia, dopo 2 anni, dicendomi che aveva bisogno di tempo perché non sapeva se mi amava ancora. Pochi giorni fa era venuto da me con un mazzo di rose rosse e ieri sera dopo due ore di pianto, mi ha detto che mi amava ancora, solo ha bisogno di più spazio. Io non ci credo a questo cosa, mi gira ancora la testa da ieri, non é possibile che in un paio di giorni le cose cambino così, e nel giro di due ore passare da un addio a un ti amo. Non ho parole per descrivere ciò che provavo, solo tanto voglia di morire, continuavo a dirgli di uccidermi: tanta gente nel mondo muore senza motivo, ma io l’avevo. E forse l’ho ancora se le cose non si mettono a posto. Ho tanta paura ragazzi, veramente tanta paura dentro il mio cuore.

Coreamaro

Ancora tra i miei pensieri, ancora i miei gesti ripercorrono i miei ricordi sui tuoi gesti e sui tuoi pensieri. Basta, ti prego, esci dalla mia testa, anche se tornassi da me in ginocchio non ti vorrei più…allora perchè mi stai abbarbicata dentro e fuori. Vattene, no ti voglio, non sei per me, vatteneTTTvattene, Ilaria che sai solo pungere e dare veleno.

Basta! non ne posso più…

Siamo in due ora a sapere che ci hai preso in giro insieme, siamo ora dalla scoperta che stavi con tutti e noi due, insieme, amici tra noi, mentre ci confidavamo tui non sei mai rimasta sola mentre noi ci tormentavamo alla ricerca del perchè.
Ora sappiamo perchè, sei a dir poco una grande mignotta che hai cercato un doppio amore perche sei malata e tumefatta dall`avidità di piacere fisico; ma rimani malatissima e poco ben odorante.
Hai ballato alle nostre spalle e ci hai calpestato come merde.
Pagherai per i nostri tormenti, pagherai con tormenti ben più atroci, incontrerai che ti darà pan per focaccia.

geronimo e gonzales

cosi e cominciato……erano ormai passate le 8….e tutto andava bene….uscii da casa x rifarmi una nuova vita……esattamente il 31.12.05……..andai ad una festa organizzata in paese…..qst festa pultroppo mi a fatto perdere 1amico x me caro……uno in cui mi confidavo e prendevo consigli..certe volte litigavamo…ma dopo passava tutto….ad un certo punto….dopo aver bevuto tanto…il mio amico colasso..per terra…all inizio pensavamo fingesse….ma dopo pultroppo..mi sono accorto che il mio amico x me caro ci aveva lasciato…da quel momento la mia vita è cambiata….addio luca…mi manchi fes by matteo LUCA4EVER

pane90

Non avrei mai immaginato di ritrovarmi a scrivere di te dal momento che sono passati tre anni dalla fine della nostra storia. Ci siamo incontrati troppo presto, io avevo 15 anni e tu ne avevi 17, siamo stati insieme quattro anni, il periodo più importante e difficile nella vita di un ragazzo, ma ci siamo sostenuti a vicenda, abbiamo affrontato ogni problema, gioia, dolore contando solo sul nostro amore, siamo cresciuti insieme, siamo cambiati insieme…Quando ho deciso di chiudere la nostra storia è stato come distruggere la parte migliore di me, ti ho pensato ogni giorno della mia vita perché ogni cosa mi ricordava di te, ho sempre creduto che era stato un onore per me avere accanto una persona così speciale…ed ancora lo penso…sì…non è una delle solite frasi che si sentono dire ad una ragazzina alla prima cotta, purtroppo per me è passato da parecchio quel momento della mia vita, ho dovuto affrontare tante situazioni che mi hanno fatto crescere ed insegnato ad inquadrare le persone dal primo momento, ma tu lo sei veramente…una persona unica, dolce, sincera da far paura, gentile, generosa, fragile, buona…solo il fatto che ancora mi ami nonostante siano passati tre anni da quando ci siamo lasciati e nonostante il dolore che hai provato…ci siamo rivisti dopo tutto questo tempo, io con una storia finita male alle spalle e tu con la tua vita cambiata radicalmente dalle esperienze…eppure siamo ancora qui…ci vogliamo bene come se non fosse mai successo niente, ma allora questa è una seconda possibilità che mi stanno concedendo?Non lo so, ogni volta che penso a te involontariamente mi si rasserena il cuore, mi viene da sorridere perché non c`è stato mai un momento di crisi tra noi, ogni ricordo è legato a qualcosa di bello…quando ho deciso di lasciarti è stato come uccidere me stessa, non poterti sentire, vedere, abbracciare, consolare, sorreggere nei momenti di difficoltà, avrei voluto chiamarti per raccontarti le cose belle e piangere di quelle brutte, mi sei mancato…mi sono sempre domandata il perché della mia decisione, noi stavamo benissimo insieme, eravamo una coppia stupenda, affiatata, la risposta ancora non è chiara, forse mi sono spaventata perché a 19 anni mi avevano organizzato la vita senza chiedermi nemmeno se ero d`accordo, forse perché avevo bisogno di vivere le mie esperienze e tu le tue, forse perché mi sono sentita in trappola…il matrimonio era troppo per me…L`unica cosa certa è che ci siamo rivisti e non è cambiato niente, non so quale sarà il nostro futuro ma ti ringrazio…per l`amore che mi hai sempre dimostrato, per l`affetto, il rispetto, la fiducia, perché mi hai insegnato cosa vuol dire amare al di sopra di ogni cosa…sei il mio angelo, è solo grazie a te che sono diventata la ragazza che ho sempre sognato di essere… Tua per sempre Roby

pbocca

era cosi dificile capire che se ero lì ero per te,che se soridevo era dalla gioia di rivederti,che se ti guardavo all`infinito era perche non mi bastava mai vederti. perche ti è sembrato cosi dificile capire che volevo te,sentivo te,amavo solo te…?! forse doveva andar cosi … adesso sto qua senza te … con dei fogli bianchi riempirti solo dalla tua mancanza…e una mia presenza un po vuota

dita1985

Nn ti capisco proprio ogni gg diventa sempre più difficile x me esserti amika…lo so nn si può dire k siamo amici e so anke k nn si può kiamare amiko una persona k vorresti kiamare amore ci sto mettendo tt me stessa ma nn ce la faccio davvero…poi vederti skerzare e abbracciare tt mi da davvero tr fastidio mi viene da impazzire…forse mi sn illusa io forse x te sn soltanto la scema di turno se è qst la verità ti dv kiedere scusa xk a qst punto nn ho davvero capito nulla di te…ed è tt colpa mia mi disp ma io nn provo sl affetto x te nn si può kiamare amore ma il fatto è k provo qualk e k voglio stare cn te…spero tu lo capirai presto e se mi stai sl prendendo in giro dimmelo xk kosì mi stai sl facendo male malissimo…

Francesca-6