Il Sito Ufficiale di Fran Tarel dal 1999
Seguici su Facebook

Giovanna Balsamo

Come può l’uomo… Giovani virgulti stentano a sbocciare, a causa di snaturate e grigie opere disumane. Nobili anime giacciono sotto piedi infangati, che elargiscono solo fetido letame. Troppe risate beffarde su volti peccaminosi, millantano gesta virtuose, mentre un popolo inconsapevole plaude. Mani ingenerose si accapigliano, per accaparrarsi le speranze di chi chiede di crederci ancora. Dove pochi miseri occhi e bocche vogliose si spartiscono laute pietanze, cavalli bianchi faticano a volare su indissolubili incertezze. Quante ossa fragili si trascinano su aridi suoli, che nessun sole scalda. Intanto che un algido inverno dimora perseverante su isole ghiacciate e sepolte dal freddo di una crudele indifferenza, mi pongo la solita domanda. “Come può l’uomo…”

Giovanna Balsamo