Il Sito Ufficiale di Fran Tarel dal 1999
Seguici su Facebook

Pubblicati da Voi

Se vuoi anche tu pubblicare una frase su Amoremio.org, clicca qui!

Elvira Kujović

SILENZIO

Una parola,

una esplosione.

Un sguardo,

un senso strappato.

L’ultimo pensiero è solo un desidero.

Per capire sarebbe sufficiente.

E ancora una volta

silenzio e speranza.

E ancora una volta

il sentimento cade.

E ancora una volta

nel silenzio mi rattristai,

e ancora una volta

nel silenzio amore si spense.

traduzione dal serbo in italiano Biljana Biljanovska

Biljana Biljanovska

 ELVIRA KUJOVIĆ

PER NOI

Sta mattina

Al Dio amato

Bisbigliavo mio segreto

Che nessuno l’ascolti

Che solo Lui sappia di noi.

Sta mattina

Ho seminato nostro amore

Lascialo che cresce

Sotto gli occhi divini nascosto.

Sta mattina cercavo un fiume

Per camminare dentro

Rinfrescare cuore mio

Che brucia.

Sta mattina cercavo

Ali dell’uccello

Portarmi da te.

Sta mattina

Ho versato lacrime

Per noi.

 

12.06.2017

(traduzione dal serbo in italiano Biljana Biljanovska)

Biljana Biljanovska

NELL’ ULTIMO CERCHIO

Non lo so come, nemmeno quando

mi trovai in quel cerchio di fiamma

dove tutto bruciava

e di più noi due –

amanti abbandonati.

 

No lo so quando ci siamo separati

e per sempre.

Il fuoco del nostro amore

rimase a bruciarci

per trasformarci

in queste ceneri di ricordi.

@bibi.biljanovska- inedita- 2017 – all rights reservd )

Biljana Biljanovska

DESANKA MAKISMOVĆ (1898 – 1993)

AVVISO

Ascolta, ti dirò il mio segreto:

non lasciami mai sola

quando qualcuno suona.

Possono sembrarmi

profonde e dolci

occhi alcuni

tanto profani.

Potrebbe sembrarmi

di svanire nei suoni

quando vorrei offrire

le mie mani a chiunque.

Potrebbe sembrarmi

bello e dolce

amara per

un giorno solo.

O in quel attimo incantato

dire mio segreto magico e brillante –

ma quanto ti amo.

Oh, non lascia mi mai sola

quando qualcuno suona.

 

Traduzione dal serbo in italiano Biljana Biljanovska

Biljana Biljanovska

Imperfetta

Io, così
irrequieta,
indomabile,
piagnucolosa,
bizzarra,
antipatica,
disadattata,
folle, polemica.
Cammino a viso
aperto, a mani
scoperte, a piedi
nudi, a testa alta.
Non mi piego,
non giudico,
odio poco e male.
Io, così
socialmente
“imperfetta…”
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo

ESISTI?

Non t’incontrai mai

e da nessuna parte,

eri solo mia fantasma

sogno voluto

tra le veglie

e soni inquieti.

Non eri neanche

voce in me

che saprebbe dirmi

cosa, come, quando

devo fare, andare, agire.

 

Ti sentivo come sangue in me

come questa aria che respiro

che mi gira

dalla testa fino al cuore

e mi porta la serenità

inaspettata, ma tanto voluta.

@bibi.biljanovska- inedita- 2017 – all rights reservd )

Biljana Biljanovska

ELVIRA KUJOVIC

NOI

Non abbiamo ricordi, noi,

dietro a noi rimarono solo memorie.

Non abbiamo noi abbracci dei corpi.

Nulla, solo anime nostre

che in abbraccio tremolano,

l’una all’altra bramando

per  ammazzare.

Noi, dalla vita separati,

che non fu una vita,

ma solo u  sogno e illusione,

stiamo sognando questo pezzo

della fortuna Umana.

kujovic@-tutti i diriti riservati- 2015

Biljana Biljanovska

BILJANA BILJANOVSKA

LABIRINTO

Mi trovai in un Labirinto

magico, incantevole,

creato di belle parole,

versi, figure stilistiche,

murato di sentimenti Umani

pieni d’intendimento.

 

Tutte le viotolle

mi portano verso il centro

dove Minotauro non c’è,

dove non ne hai bisogno

del gomitolo

che ti mostrerebbe la strada,

perché non vuoi uscirne

ne abbandonare

questo incanto

in cui tutto lo è un

infinito canto

che al suo turno

lo stiamo cantando ognuno di noi.

 

Invitati sono tutti

gente pronta a dire

solo le belle parole

e mai mentire.

 

(@bibi.biljanovska- intedita- 2017- all right reservd)

 

 

 

Biljana Biljanovska

Ti cerco in un lungo abbraccio,
nel sapore di un bacio d’amore,
nel calore del tuo corpo che mi avvolge…
Ti cerco nel mio respiro,
ti cerco nell’infinito,
qui nel mio cuore….all’alba,
tra queste righe…
28 Maggio 2004- h: 04,50- dal Diario Segreto

Sandra De Felice

Sandra De Felice

La rosa e le sue spine

Simile a mimosa pudica che si sottrae al tatto:
non schiusa come guscio aperto, ma ritratta.
Il vento sinuoso e morbido ti confuse:
ti carezzò e tu fidandoti t’apristi.
Lasciasti che ti carezzasse il volto e ti scompigliasse i lunghi capelli.
Ascoltavi il mare nelle conchiglie e ti beavi.
Non avevi fretta: verde era la tua età.
Fu il vento che percuotendoti ti strappò la folta chioma e ti lacerò le vesti.
La sofferenza ti indurì: affilasti le unghie.
Ora sei di spine cosparsa: graffi rilasciando stille sanguinanti.
Bella, profumata e intoccabile.
Fu il vento che schiaffeggiandoti tinse di rosso le tue gote e quando ti mostrò pentimento, tu sbiancasti e divenisti rosa bianca.
Ora non ti lasci toccare: emani odore e rilasci dolore.
Sei rosa profumata: tante spine e niente amore…
Giovanna Balsamo

Giovanna Balsamo